Archivio

Posts Tagged ‘Razzismo’

Mozioni interessanti dalla Federazione Anarchica Italiana

giugno 18, 2010 2 commenti

Riporto alcune mozioni ed interventi redatti al Congresso della FAI ( federazione anarchica italiana) approvate a Torino 12-13 giugno 2010.
Riporto solo quello che mi ha colpito e ritengo di grande importanza.

….

c) I movimenti sociali e le strategie per l’autogestione delle lotte, i presupposti per il comunismo anarchico.

Mozioni:

Repressione

ll convegno della FAI riunito a Torino nei giorni 12 e 13 giugno, dopo
ampio dibattito sul tema della repressione, analizzata nei suoi aspetti sociali e politici, nel denunciare la gravità delle misure in atto dirette a colpire gli spazi di espressione e le forme di lotta dei movimenti con il riutilizzo e ripristino dei reati come “l’offesa a pubblico ufficiale”, la “devastazione e saccheggio” e irrobustendo i poteri di polizia resi più forti da normative come “il pacchetto sicurezza”:
– esprime alle compagne e ai compagni, oggetto di procedimenti
giudiziari, la propria solidarietà militante, impegnandosi a sostenere
le iniziative volte a respingere l’attacco repressivo;
propone al prossimo congresso della FAI la costituzione di una cassa di solidarietà in grado di far fronte alle necessità legate alla
difesa degli inquisiti;

– si impegna ad approfondire le cause e le conseguenze relative
all’attuale repressione proponendo e sviluppando un lavoro di analisi
teso alla comprensione delle dinamiche in atto a tutti livelli.

Antirazzismo

Il convegno della FAI, a Torino il 12 e 13 giugno, dopo un proficuo
confronto fra le realtà presenti, valuta molto positivamente il
rafforzarsi nei vari territori delle lotte autoorganizzate contro le
leggi razziste, i CIE e la xenofobia.
In tante città piccole e grandi compagni/e federati sono impegnati attivamente in campagne informative e di mobilitazione. Per rafforzare questo percorso si ritiene
importante consolidare l’attività del coordinamento antirazzista della
FAI attraverso campagne coordinate su singoli temi. In particolare nel
prossimo periodo si individuano nella lotta al meccanismo delle
deportazioni dagli aereoporti e nel boicottaggio delle aziende che
collaborano con il sistema dei centri di internamento alcuni dei nodi
su cui intervenire.
Allo stesso tempo, prioritario è il contrasto ai progetti di costruzione di nuovi prigioni per migranti sostenendo le
lotte che si stanno verificando in vari territori. All’interno di questo orizzonte sosteniamo la festa aperta organizzata dai Rom in lotta nel campo di via Triboniano a Milano il 26 giugno, le prossime iniziative degli anarchici toscani contro la decisione della Giunta Regionale e del Governo di costruire un Centro di Identificazone ed Espulsione in Toscana e la mobilitazione del 10 luglio a Torino contro il centro di internamento di C.so Brunelleschi.
I compagni e le compagne inoltre ritengono ormai maturi i tempi per
l’organizzazione di una grande manifestazione nazionale, ampia e determinata, contro la costruzione dei nuovi CIE e per la chiusura immediata di quelli esistenti. Per questo si impegnano a creare reti di discussione e intervento nei diversi territori che vadano concretamente in questa direzione.

E-mail antirazzista

maggio 13, 2010 2 commenti

( assessore.moioli@comune.milano.it)

All’Assessore Mariolina Moioli,

Sono Domenico Letizia Segretario dell’Associazione Luca Coscioni di Caserta,
le scrivo, con l’interrogativo dei radicali e dei coscioniani della provincia di Caserta, per le comunicazioni che stanno giungendo anche nella Provincia di Caserta riguardo la: “la messa in sicurezza dei campi e l’integrazione delle famiglie rom che vivono nella città di Milano al campo Rom di Triboniano .” Se questa è la giustificazione a sgomberi “graduali” con polizia in assetto antisommossa mi permetta di comunicarla che da Caserta faremo il possibile per evitare tale brutalità e la solidarietà va alle famiglie rom. So che sono giunti una cinquantina di carabinieri in assetto antisommossa. La situazione è molto tesa. In molti si sono barricati nella strada che porta al campo, bloccata con tutto quello che c’era. Le chiediamo di far cessare immediatamente questo stato di polizia e questa politica mi consenta molto fascista.
Un saluto,
Letizia Domenico
Associazione Luca Coscioni Caserta.

Intervento di Domenico Letizia alla Manifestazione Antirazzista a Caserta

P-Lib e libertà individuali in Spagna

Lega Nord razzista e anti-mercato


L’IDIOZIA DELLA CLASSE POLITCA NON HA FINE, E LA LEGA NORD E’ L’EPITOME DELLA STUPIDAGGINE IN FORMATO CASTA.
http://www.movimentolibertario.it/home.php

Giro di vite in Lombardia per take-away, kebaberie, ma anche gelaterie, pizzerie d’asporto, rosticcerie e piadinerie. Saracinesce giù tassativamente non oltre l’una del mattino. Posate e bicchieri usa e getta. Vietato consumare sui marciapiedi fuori dai locali. Pena sanzioni fino a 3 mila euro. Era nata dietro la spinta della Lega, per arginare il «fenomeno kebab», i locali arabi aperti giorno e notte, a centinaia solo nei capoluoghi. E per combattere «gli assembramenti» sui marciapiedi, fuori dai ritrovi etnici. Ma sei mesi di revisioni hanno trasformato il progetto di legge «anti-kebab», per ammissione degli stessi esponenti della Lega, in un provvedimento punitivo per tutti gli artigiani del fast food. Oltre seimila in Lombardia”.

Alla CRI del Piemonte


A: cr.piemonte@cri.it

Un caloroso saluto ai colleghi della Croce Rossa del Piemonte,
Sono Domenico Letizia pioniere CRI di Maddaloni (CE) sono pioniere da più di 5 anni e ciò che mi ha spinto ad intraprendere questo percorso è stato proprio l’amore per i principi che sorreggono questa organizzazione, tra i quali la solidarietà senza distinzione di razza, sesso o ceto politico e sociale.
Vi scrivo, calorosamente e tristemente, perché provo vergogna da umano, da cittadino e da Pioniere di quello che sta accadendo nelle gabbie di corso Brunelleschi al Cpt di Torino. Vi chiedo semplicemente di ricordare il perché e cosa fate nella Cri, siamo nati per combattere la violenza ed è una vergogna divenire protagonisti di violenza razzista e stupida, La Cri dovrebbe battersi per la chiusura dei CPT e non per il suo mantenimento.
Il mio è un appello a tutti i colleghi che amano questa organizzazione.
Un caloroso abbraccio a tutta la componente del Piemonte,
saluti cri,
un pioniere,
Domenico Letizia

Schifosi di Stato!