Home > Anarchismo Pragmatico > A vincere è il dibattito

A vincere è il dibattito

Giorgio Fidentato, l’agricoltore libertarian contro il sostituto d’imposta, si è reso protagonista di un gesto che merita davvero un plauso, soprattuto culturale.
Alcuni anarchici ( di tendenza, ma non so se si indentificano così, anarco-comunista) si sono presentati da Giorgio alla sede del Movimento Libertario per dar vita ad un dibattito sulla questione OGM, è sopraggiunta una forte pioggia e Fidenato gentilmente ha offerto la sede del proprio Movimento per dar vita al dibattito. Chi vince in questa situazione è proprio il dibattito, vi è stato un confronto interessante tra anarco-capitalisti e anarco-comunisti si è discusso di multinazionali, monopoli, sussidi all’agricoltura e della storia del termine libertario.
Fidenato ha lanciato una sfida, unirsi per una vertenza contro i sussidi statali all’agricoltura, rinnovo questo invito: perchè non unirsi tutti contro il potere statale inziando proprio da ciò?

link dell’intervista:

  1. ottobre 2, 2010 alle 3:56 pm

    Beh non tutto così idilliaco come tu lo descrivi anche da quanto trapela dal video, i sedicenti libertari anarcocomunisti hanno contestato anzitutto il diritto del ML a definirsi libertario.
    I contestatori hanno dimostrato di avere le idee alquanto confuse (per essere eufemistici) nei confronti di Giorgio e del ML e pregiudiziali sulla storia del libertarianismo americano.
    Fidenato ha parlato con il loro rappresentante invitando solo lui ad entrare nella sede di Agricoltori federati.
    Purtroppo pare che questi anarcocomunisti di fatto fossero solo lì forse perchè sobillati da qualche loro contatto con i centri sociali e il movimento no OGM.
    Ciao da LucaF.

  2. Daouda
    ottobre 15, 2010 alle 2:19 pm

    Gli anrco comunisti sò dei poracci. Sugli OGM io comunque sono contrario…si potrebbero usare nelle varie industrie, non certo per mangiarseli e noi e gli animali.
    Ciò è ovvio, senza perdere tempo a scrivere.

    Una cosa pensavo alla luce di ciò…per quanti le tasse sono doveros? E non è forse giusto lottare invece per ridurle e cancellarle?

    Un duce sbaglia relativamente all’ideologia che professa che lo porta a sbagliare, oltre alla propria violenza individuale ingiustificata.
    Tolto ciò…abbiamo bisogno di un duce. Sì…SIIIIIIIIIIII!!!!!!!!!!!!!!!

    ahahah

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: