Home > Critica Anarcocapitalista > ANARCO-CAPITALISMO? I LIBERTARI DEVONO SPERIMENTARE!

ANARCO-CAPITALISMO? I LIBERTARI DEVONO SPERIMENTARE!

di Domenico Letizia
Apprendo con grande piacere che è in corso un dibattito sull’ attualità dell’anarco-capitalismo, dibattito iniziato da Giuseppe De Bellis, proseguito da Luca Fusari, con riflessioni e argomentazioni di valore interessante. Giuseppe analizza dei concetti dal punto di vista sia storico che politico dando voce alle contraddizioni che il sistema sociale attuale ha dato alle parole anarchia e capitalismo. Il termine anarchia ( o quello libertario, De Andrè diceva: “Il mio identikit politico è quello di un libertario, tollerante. Se poi anarchico l’hanno fatto diventare un termine orrendo… In realtà vuol dire solo che uno pensa di essere abbastanza civile da riuscire a governarsi per conto proprio, attribuendo agli altri, con fiducia, le stesse capacità” ) ha una lunga tradizione che affonda anche nell’individualismo americano di matrice liberale, nel pensiero di Berneri e nella corrente gradualista e non-violenta e alla luce di tali considerazioni il termine va recuperato riattualizzato e modernizzato. Diverso il discorso sul capitalismo, come giustamente sottolineato, il capitalismo per colpa dei governi e delle interferenze statali è divenuto burocrazia, affarismo e clientelismo oltre che identificato con lo sfruttamento.
Altra metodologia se utilizziamo il termine mercato, il libero mercato o scambio, argomentazioni utilizzate anche dai neo-mutualisti che influiscono anche sulla sinistra politica, insomma, da queste considerazioni si può iniziare un dibattito almeno culturale che per certi versi comunque porta ad argomentare e studiare il pensiero valutando e valorizzando il lavoro della scuola austriaca soprattutto se analizziamo l’individualismo metodologico che nega la visione secondo la quale la “collettività” sarebbe un ente autonomo in grado di prendere decisioni e mina alle fondamenta tutte le teorie dogmatiche ed economiche imposte, per due motivi.
Il primo è che gli uomini sono dotati di conoscenza limitata e fallibile; il secondo è che le azioni intenzionali conducono molto spesso a effetti non intenzionali. Ne derivano due conclusioni che chi vuole cambiare il mondo dovrebbe tenere a mente.
La prima è che “solo laddove sia possibile sperimentare un gran numero di modi diversi di fare le cose si otterrà una varietà di esperienze, di conoscenze e di capacità individuali tali da consentire, attraverso la selezione ininterrotta delle più efficaci fra queste, un miglioramento costante”.
Considerazioni che conducono al possibilismo economico, da queste considerazioni i libertari attraverso un metodo sperimentale, aperto e volontarista devono partire per diffondere idee, libertà e antistatalismo illustrando che lo statalismo ha negato la visione e la realizzazione di diverse società e organizzazioni sociali, che una volta ritiratosi lo stato usciranno e spunteranno in competizione tra loro, creando libertà di scelta di aderire liberamente e volontariamente a qualsiasi modello sociale ed economico si condivida.

(http://www.movimentolibertario.it/index.php?option=com_content&view=article&id=8734:anarco-capitalismo-i-libertari-devono-sperimentare&catid=1:latest-news)

  1. Angelo
    settembre 25, 2010 alle 8:11 pm

    Domenico concordo. Bisogna sperimentare sin da ora soluzioni sociali ed economiche che tengano fuori lo stato. E ciò vale con maggiore ragione proprio per il Sud. Vediamoci, parliamo, “facciamo”.

    • Domenico Letizia
      settembre 27, 2010 alle 6:02 pm

      concordo.

  2. rjhrciao
    settembre 27, 2010 alle 5:12 pm

    ciao domenico, vieni a fare un giro su http://www.anarchaos.org/forum/index.php

    • Domenico Letizia
      settembre 27, 2010 alle 6:02 pm

      ciao! conosco bene anarchaos vi è anche chi mi odia profondamente lì! se domandi di me sarei curioso di veder le risposte.

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: